CHE COS’É LO YOGA? E L’HATHA YOGA?

Generalmente viene chiamato Yoga una serie di posizioni fisiche che derivano dall’India.. ma è molto di più.

 

Lo Yoga in realtà è una filosofia indiana molto antica e complessa che è stata creata per rispondere alla domanda CHI SONO IO? diventando così consapevole della vera natura umana e raggiungendo l’illuminazione, ovvero la liberazione da ciò che non è reale.

Infatti YOG significa unione, connessione, incontro dell’anima (ATMAN) con ciò che è reale (BRAHMAN)

 

L’Hatha Yoga fa parte della filosofia dello Yoga (nello specifico fa parte del Raja Yoga), infatti è un mezzo per poter rispondere alla domanda chi sono io?

L’Hatha Yoga tradizionalmente include:

– asana (posizioni)

– pranayama (respirazioni)

– mudra (gesti delle mani)

– mantra (canti, es. OM)

– kriyas (azione, es. saluto al sole)

– bandhas (3 blocchi).

 

Oltre l’Hatha yoga esistono molti altri stili di yoga: Vinyasa, Ashtanga, Bikram, Yin, Iyengar.. ma l’Hatha Yoga è il più antico ed è strettamente connesso alla filosofia dello Yoga.

L’Hatha Yoga rispetto agli altri stili, oltre che a lavorare su muscoli ed articolazioni, lavora anche sugli organi interni riequilibrandoli e mantenendoci in salute.

Infatti l’Hatha Yoga è nato con lo scopo di mantenere silenzioso e in salute il corpo dei monaci dato che utilizzavano la maggior parte delle loro giornate a meditare immobili.

 

Patanjali Yoga Sutra è il libro più antico in cui è descritto il Raja Yoga (che contiene l’Hatha yoga) ovvero uno dei 4 sentieri per il raggiungimento dell’illuminazione.

Questo libro nasce per essere un piccolo manuale per guidare nella pratica dello Yoga. Creato appositamente piccolo e sintetico in quanto lo Yoga si può imparare solo attraverso la pratica.

Secondo Patanjali per praticare veramente lo yoga bisognava attenersi a questi punti seguendoli in ordine:

• Jam (codice di condotta)

• Niyam (regole)

• Asan (posizioni)

• Pranayam (respirazioni)

• Pratyahar (ritiro dei 5 sensi)

• Dharana (concentrazione)

• Dhyan (meditazione)

• Samahi (profondo stato di meditazione)